Ho imparato a "discernere per essere libero"

        Thu Hien FAS Group

 

        Ho seguito la formazione in Sostegno Spirituale (FAS) organizzata dai Gesuiti presso il Centre Spirituel du Châtelard di Lione. Questa formazione è durata cinque mesi.

        Con tutto il cuore, dico grazie al Signore per questo addestramento. Sono molto felice. È una grande grazia quella che ho ricevuto. Mi ha permesso di crescere nella mia esperienza personale: crescita spirituale e umana.

        Per prima cosa ho scoperto che il Signore è presente nei momenti difficili della vita, e che è bello. Mi ha dato un sacco di cose buone, poiché guardavo sempre con paura agli eventi del passato. Il Signore mi invita a uscire da questo passato per accogliere la vita. Mi chiede di cambiare la mia visione di me stesso. La grazia del Signore è sempre più grande.

        Inoltre, in questa formazione ho imparato a "discernere per être libre" ; Cerco di non lasciarmi influenzare dall'esterno. Nel discernimento c'è sempre un'area di incertezza (resta il rischio del futuro). La storia non è finita: qual è il desiderio di Dio per me? Ho anche capito che questo desiderio è troppo spesso nascosto dalla mia stessa volontà. Mi ha aiutato a imparare la libertà interiore di decidere accettando un'area di incertezza. Questo mi dà la forza, la fiducia e il coraggio per assumermi una responsabilità formativa.

        Al centro del discernimento esiste il combattimento spirituale; quindi, come possiamo vivere questa lotta? Questa formazione mi ha fatto capire che non sono solo in questa lotta. Dio è sempre con me. Nel combattimento spirituale è necessario essere ancorati alla preghiera per decidere nella fede le mie scelte. È il luogo che mi permette di crescere nella fede.

        Secondo me, questi cinque mesi a Châtelard sono stati come un lungo ritiro, che mi ha portato a chiedermi: qual è il posto di Dio nella mia vita? La formazione mi ha dato i mezzi per accogliere con gioia e speranza la missione che mi viene richiesta. Per questo mi sento pronto per la missione. Le difficoltà non mi spaventano più, anzi, il Signore mi incoraggia a fidarmi di lui e ad avere fiducia in me stesso. È anche un invito a condividere la mia esperienza con i giovani in futuro.

        Infine, vorrei ringraziare la mia Superiora, il mio Vicario, le Suore della Comunità a Grands Champs, le Suore dell'Abbazia nel bosco e tutte le Suore vietnamite che mi hanno aiutato, accompagnato e incoraggiato a partecipare a questa formazione.